Crostone toscano alla Panzanella

A che cosa pensate quando vi chiedono di reinventare una ricetta?

Credete sia meglio cambiare gli ingredienti e mantenere la lavorazione originale, stravolgendo completamente l’essenza del piatto, oppure pensate sia meglio giocare con gli ingredienti originali, mantenendo la tradizione e proponendola in modo innovativo?

Non sto scrivendo parole a caso, anche se leggendo, potrebbe sembrare così. In poche parole, cambio gli ingredienti o cambio il procedimento? Ma se cambio il procedimento mantenendo gli ingredienti originali non è più una panzanella…

Mi è sorto questo dubbio partecipando alla “sfida della panzanella”, organizzata in occasione di Expo Rurale Toscana 2014, consigliatami da un caro amico. Lunga vita a queste iniziative che stimolano la fantasia e riattivano i ricordi!!!

“Ingredienti semplici, grandi protagonisti della produzione agricola e agroalimentare della Toscana da scomporre, ripensare, rivoluzionare”, così cita l’articolo.

Dopo vari ripensamenti, si è materializzata nella mia mente l’immagine di ciò che avrei dovuto creare… Come ormai penso abbiate ben capito, se ho un’immagine nella testa, devo darmi da fare e cercare di capire come rendere reale il piatto. Raduno gli ingredienti originali, e inizio. La mia prima panzanella la immagino morbida, tanto da non riuscire a percepire la presenza del pane, ho bene in mente i colori e la presentazione.

Dovete sapere (o forse lo sapete già) che adoro tutto ciò che è toscano, dai paesaggi, al profumo del vino, dal cibo alle ricette, dal modo di godersi la vita al rispetto per tutto ciò che è terra, amici e allegria. Immagino una panzanella che racchiuda tutto questo e immagino di adagiarla su un crostone croccante… mordo e chiudo gli occhi, torno in quel vicoletto, qualche goccia di pioggia che cade, un pittore che ritira in fretta i suoi quadri quasi come fotografie, e aspetta con gentilezza lo scatto della mia macchina fotografica.

8688893500_07308ef245_o

La ricetta è perfetta, almeno per me. Ecco dunque il:“Crostone toscano alla panzanella”.

Molti di voi si chiederanno: “non è troppo mettere il pane sul pane?” No. Ed è proprio quel contrasto tra il pane caldo croccante del crostone e la panzanella morbida e fresca, il segreto della ricetta. Serve equilibrio, come sempre!

Ora vi saluto con un briciolo di nostalgia toscana, ma prima di andarmene, vi lascio il mio crostone sul tavolo.

Buon appetito!

Crostone toscano alla panzanella

“Crostone toscano alla Panzanella”

 TEMPO DI PREPARAZIONE >10 min. circa

Cosa serve:

~      pane toscano raffermo
~      pomodoro a pezzetti
~      cetriolo tagliato a fettine sottili
~      cipolla rossa a fettine
~      aceto
~      olio evo
~      sale q.b.
~      pepe q.b.
~      basilico fresco

Procedimento:

  • Mettete il pane toscano in una ciotola e aggiungete acqua e poco aceto. Lasciatelo ammorbidire, dopodiché strizzatelo e sbriciolatelo con le mani.
  • Aggiungete il pomodoro a pezzetti, le fettine di cetriolo e di cipolla rossa in quantità simili.
  • Mettete l’olio, il sale e il pepe e lasciate riposare la panzanella in frigorifero.
  • Fate scaldare una fetta di pane toscano, finché non sarà croccante e versateci sopra un po’ d’olio. Prendete la panzanella (non dovrà essere fredda, ma appena fresca) e disponetela sul crostone croccante. Infine decorate con il basilico.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...